Biblioteca Musicale e Musicologica

La Biblioteca Musicale e Musicologica “R. Lipizer”

La Biblioteca musicale e musicologica  “Maestro Rodolfo Lipizer” costituita il 21 settembre 1977, allo scopo di tutelare e valorizzare il patrimonio musicale, musicologico e librario, promuove  iniziative culturali di diffusione del libro (musicologia, liuteria, biografie e saggi)  pubblicazione e presentazione di libri e spartiti ( acquistabili qui) per la conoscenza della letteratura musicale del passato, moderna e contemporanea. La biblioteca musicologico-musicale raccoglie spartiti e numerose opere, molte delle quali antiche (precedenti al 1830) di impossibile reperimento, poiché editorialmente esaurite e fuori catalogo. Si è sviluppata parallelamente alle molteplici attività artistico-culturali e di ricerca dell’Associazione, arricchendosi nel tempo di opere musicali acquistate o ricevute in donazione come “FONDI MUSICALI” dai soci musicisti attivi, o da lasciti ereditari e da collezioni private:

  • Fondo Associazione Culturale “Maestro Rodolfo Lipizer” (comprende il repertorio dell’Orchestra sinfonica e da camera “R. Lipizer” attiva dal 1978 al 1983);
  • Fondo “Maestro Rodolfo Lipizer”  (costituito dalla biblioteca di R. Lipizer con numerose edizioni rare, antiche e un centinaio di manoscritti musicali); 
  • Fondo Elena Lipizer;
  • Fondo Lorenzo Qualli  (opere per viola e altri strumenti); 
  • Fondo Duillio Bevilacqua;
  • Fondo Giovanni Cividini  (numerose edizioni e un centinaio di manoscritti);
  • Fondo Giulio Cosmaro; 
  • Fondo Maria Grassi; 
  • Fondo Giuseppe Bertos; 
  • Fondo Giovanni Mazzolini; 
  • Fondo Luigi Campolieti e Cecilia Seghizzi;
  • Fondo Elio Corolli  (numerosi manoscritti ed edizioni);
  • Fondo Della Chiesa;
  • Fondo Antonio Bressan  (comprende musica per violino solo e con pianoforte);
  • Fondo Rodolfo Gianoni;
  • Fondo Alberto Mayer;
  • Fondo Livio Zaccaria.

Si è andato formando un cospicuo patrimonio di musica contemporanea per violino (solo e con accompagnamento pianistico o con orchestra) con le opere scritte dai compositori, Presidenti del Concorso Internazionale di Violino “Premio R. Lipizer” nonché con l’apporto di brani di autori contemporanei, proposti dai violinisti partecipanti alla competizione e centinaia di monografie di argomento musicologico.

L’Associazione Culturale “M° Rodolfo Lipizer” possiede anche una Mediateca con supporti audio-visivi, alimentata dall’attività musicale e concertistica organizzata dall’Associazione e da importanti donazioni: nastroteca, discoteca, videoteca; conserva e sono in via di recupero musiche registrate su basi magnetiche in CD, video WHS in DVD. Produce inoltre i CD live dei concerti e dei concorsi e ultimamente DVD. Nel 2000 l’Associazione “Lipizer” ha avviato la ricerca, il coordinamento, l’inventariazione, la catalogazione e la schadatura in SBN Musica su PC con il programma in convenzione con l’ICCU – MiBAC, di un cospicuo numero di opere, che è proseguita fino al 2008. Nel 2009 l’operatività è divenuta on-line nel Polo SBN dell’Università degli Studi di Trieste (TSA).

La biblioteca “R. Lipizer” è visibile nei siti:

Associazione Culturale “M° Rodolfo Lipizer” onlus:    https://www.lipizer.it/biblioteca.php,

Anagrafe delle Biblioteche Italiane   http://anagrafe.iccu.sbn.it/ 

OPAC Polo SBN Università degli Studi di Trieste:   http://opac.units.it/SebinaOpac/Opac

http://polotsa.units.it/BL

DGBID Direzione Generale per le Biblioteche, gli Istituti Culturali e il Diritto d’Autore   del MiBACT: http://www.istituticulturali.it/opencms/it/

La ricerca bibliografica può essere fatta su:

Catalogo del Servizio Bibliotecario Nazionale: https://opac.sbn.it/opacsbn/opac/iccu/free.jsp

Catalogo della Library of Congress – Online Catalog: https://catalog.loc.gov/vwebv/searchKeyword

L’operato della Biblioteca si pone sempre più all’attenzione dei cultori dell’arte musicale e liutaria, coopera nel contempo con biblioteche nazionali e internazionali.

Sede & Orari

La Biblioteca Musicale e Musicologica “R. Lipizer” ha sede nell’edificio comunale edificato nel 1888, sito in via don Giovanni Bosco n. 91, dedicato a Guido Brass (1896-1915), che dal 2009 fa parte del patrimonio culturale della città. Nel 2019 l’edificio è stato sottoposto a lavori di risanamento conservativo.

Orario ufficiale

Dal LUNEDÌ al VENERDÌ  – Mattino: dalle 10:00 alle 13:00 / Pomeriggio: dalle 15:00 alle 18:30 –   Periodo di chiusura:da 01/08 a 20/08.