Irma Ravinale

IRMA RAVINALE (1937- 2013) Irma Ravinale ha compiuto gli studi di Composizione al Conservatorio di S. Cecilia con G. Petrassi partecipando, in seguito, a masterclass tenuti da Nadia Boulanger a Parigi e da Karlheinz Stockhausen a Colonia. Ha inoltre conseguito, contemporaneamente agli studi letterari, i diplomi in direzione d’orchestra, pianoforte, musica corale e direzione di coro. È autrice di numerose opere sinfoniche, teatrali e da camera, commissionate ed eseguite nelle più importanti sedi concertistiche (Accademia di S. Cecilia, Istituzione Universitaria dei Concerti di Roma, Teatro Regio di Torino, Teatro San Carlo di Napoli, Teatro “La Fenice” di Venezia, Teatro Massimo di Palermo, Teatro Petruzzelli di Bari, Teatro di Cagliari, Teatro Comunale di Firenze, Teatro Dei Documenti di Roma, Associazione Scarlatti di Napoli, Accademia Chigiana di Siena), in numerosi Festival di musica contemporanea italiani e stranieri e nei concerti delle Orchestre RAI di Roma, Napoli e Torino. Si è affermata in concorsi nazionali e internazionali. Oltre all’attività compositiva, ha svolto anche un’intensa attività didattica. Dopo aver vinto il concorso nazionale per esami, è stata titolare della 1^ cattedra di composizione presso il Conservatorio di S. Cecilia, dando luogo ad una “scuola” di composizione e formando un gran numero di allievi. Nel 1980 è stata vincitrice del Concorso Nazionale per Direttore di Conservatorio e ha diretto il Conservatorio “S. Pietro a Majella” di Napoli (1982 – 1989), e poi il Conservatorio di S. Cecilia (1989 – 1999). È “Accademico Effettivo” dell’Accademia Nazionale di S. Cecilia. Il Ministro della Pubblica Istruzione le ha conferito il titolo di “Direttore Emerito”. È “Accademico delle Muse” di Firenze. Fa parte del Comitato d’Onore Internazionale della “Fondazione Adkins Chiti: Donne in Musica”. Nel 1995 ha promosso la pubblicazione di un “Annuario” (che mancava da oltre vent’anni) in cui sono illustrate le più importanti attività svolte dal Conservatorio di Santa Cecilia dal 1990, l’istituzione della scuola di “Musica da Camera”, della scuola di Musicologia. Ha curato il restauro del Conservatorio di Santa Cecilia. Tra le composizioni: 1965 Lo scorpione, per coro a cappella da Trilussa 1966 La morte meditata, cantata per Bar. e quart da Ungaretti 1967 Concerto per oboe, corno, timpani e archi Ballata di amore e di guerra, per soprano, violino, violoncello e pianoforte 1968 Concerto per archi 1970 Trio notturno, per violino, viola d’amore e violoncello Il ritratto di Dorian Gray, opera teatrale da O.Wilde 1971 Invenzione Concertata, per 13 fiati 1972 Sinfonia concertante, per chitarra ed orchestra 1974 Serenata, per chitarra flauto e viola 1976 Sequentia, per chitarra e quartetto d’archi (due violini, viola e violoncello) Spleen per Bar. e orchestra da Baudelaire (Premiata al Concorso Internazionale di Trieste) 1977 Dialoghi, per viola, chitarra e orchestra 1978 Cangiante, per clavicembalo e piccola orchestra 1979 Improvvisazione, per chitarra sola 1980 Jontly, per due chitarre Recherche, per violino solo 1981 But… after love what comes, per oboe e corno Improvvisazione seconda, per clavicembalo 1982 Sombras, per chitarra sola 1983 Les Adieux, per violino e orchestra 1984 Per una mano sola, per pianoforte Per Ada, per clarinetto 1985 Ode a una stella, per org. concertante e orchestra d’archi 1987 Duo, per violino e chitarra Untitled, per clarinetto basso e clarinetto piccolo in mi bem. 1988 Elegia del silenzio, per orchestra da camera 1989 La ballata del vassallo, per voce femminile “Jeux” per chitarra 1990 Due arie per voce di baritono “Poema per Oscar Romero”, per Baritono, coro misto e orchestra 1991 Quintetto per oboe, clarinetto, fagotto, corno e pianoforte 1992 “Nuit”, per violoncello solo 1995 “Prologo” per voce recitante e cinque strumenti da Pasolini 1996 Sestetto per archi 1997 “Pour une etoile”, per organo solo 1999 “Quel che resta del giorno” per orchestra 2004 “In memoria di coloro che amiamo”, per mezzo soprano, ottavino e orchestra Ode all’amicizia, per violino e violoncello 2005 “Quintetto secondo”, per due trombe, trombone, corno e tuba “Puer natus est”, per nove voci maschili 2006 “Cadenza per violino solo ” – Brano d’obbligo del 26° Concorso Internazionale di Violino “Premio Rodolfo Lipizer” (Ed. Curci – Milano) Biblioteca Musicale Rodolfo Lipizer – Gorizia – Italia Scheda a cura di Gianni Drascek
Gennaio 15th, 2007