Sylvano Bussotti

SYLVANO BUSSOTTI (1931 – 2021) Nato a Firenze nel 1931. Iniziò lo studio del violino con M.Castellani quando non aveva ancora compiuto cinque anni. Studiò armonia e contrappunto al Conservatorio L.Cherubini di Firenze con R. Lupi, il violino con G.Maglioni e il pianoforte con L.Dallapiccola, ma dovette interrompere gli studi a causa della guerra senza conseguire alcun titolo di studio. Determinanti per la sua educazione furono il fratello Renzo e lo zio materno Tono Zancanaro, pittori entrambi, e più tardi l’incontro con il poeta Aldo Baibanti. Dal 1949 al 1956 approfondì da autodidatta lo studio della composizione. A Parigi, dal 1956 al 1958, frequentò i corsi privati di M.Deutsch, incontrò P. Boulez e H-K.Metzger, che lo condusse a Darmstadt, dove conobbe J.Cage. Iniziò l’attività pubblica in Germania nel 1958 con l’esecuzione delle sue musiche da parte del pianista David Tudor, seguita dalla presentazione a Parigi di brani eseguiti da Cathy Berberian sotto la direzione di P.Boulez. Soggiornò in USA nel 1964-65 su invito della fondazione Rockfeller a Buffalo, dove mise in scena Visage di L.Berio, e New York, dopo il conferimento di tre premi SIMC negli anni 1961, 1963 e 1965. E’ stato anche collaboratore del Living Theatre. Risiedette a Berlino nel 1972 ospite della DAAD per la Fondazione Ford. E’ stato direttore artistico del Teatro La Fenice di Venezia e del Festival Pucciniano di Torre del Lago. L’aspetto fondamentale della sua attività è costituito dal BUSSOTTIOPERABALLET (B.O.B), la ScuolaSpettacolo fondata a Gennazzano nella stagione 1975-1976 per promuovere creazioni musicali, pittoriche, teatrali, concerti, spettacoli, mostre d’arte e convegni, che ha rappresentato, per molti anni, un punto di riferimento internazionale di vastissima risonanza per la diffusione della musica contemporanea al di fuori della ristretta cerchia degli addetti ai lavori, privilegiando sempre l’unitarietà dell’azione artistica. Parallelamente ha realizzato numerosi allestimenti e regie di opere liriche in teatri italiani e stranieri. E’ stato nominato Accademico dell’Accademia Filarmonica Romana, Commandeur dans l’ordre des arts et des lettres dello Stato Francese, Accademico dell’Accademia di S. Cecilia in Roma. Tra le composizioni: 1959 Géographie française pour 4 op. teatr. Sette fogli – 7 Sensitivo per vl. solo-tutti 5 Piano Pieces for David Tudor 1960 Pieces de chair balletto 1965 La passion selon Sade 1960 Due voci 1969 The Rara Requiem per orch. 1972 Lorenzaccio da A. de Musset op. teatr. I semi di Gramsci per quart. e orch. 1976 Nottetempo dramma lirico 1979 Le rarità Potente 1980 Le Racine 1981 Phaidra/Heliogabalus balletto Le Bal Mirò balletto 1974 Bergkristall balletto 1976 Nottetempo 1988 Fedra L’ispirazione 1989 Intégrale Sade 1990 Il catalogo è questo sinfonia coreagrafica 1992 Calendario giapponese 1993 Tieste 1994 Lingue Ignote Fedra’ncora Furioso di Amneris, Ulrica, Eboli, Azucena e delle streghe Furioso 1996 Souvenirs d’Italie 1998 L’infinito (idillio leopardiano) balletto 2000 Invenzione a canzonetta Do di concorso per violino e pianoforte – Brano d’obbligo del XIX Concorso Internazionale di Violino “Premio Rodolfo Lipizer” di Gorizia (Edizione Bussottioperaballet ) Biblioteca Musicale “Rodolfo Lipizer” – Gorizia – Italia Scheda a cura di Gianni Drascek
Gennaio 12th, 2007