Luciano Chailly

LUCIANO CHAILLY (1920 – 2002) Nato a Ferrara nel 1920, allievo di A. Boscoli, si è diplomato in violino nella città natale nel 1941 e in composizione a Milano quattro anni dopo. Ha frequentato l’Università di Bologna, conseguendo nel 1943 la laurea in lettere con una tesi su “I Trovatori”. Sotto la guida di Antonino Votto ha studiato direzione d’orchestra e nel 1948 ha seguito un corso di perfezionamento con Hindemith a Salzburg. E’ stato consulente della RAI TV dal 191951 al ‘67, direttore artistico di alcuni Enti Lirici tra cui il Teatro alla Scala di Milano dal ’68 al ’71, direttore artistico dell’Arena di Verona nel 1975-76, insegnante di composizione in Istituti Musicali di Milano, Perugia e Cremona. Insignito di vari premi nazionali e internazionali, è membro dell’Accademia Medicea di Firenze e di S. Cecilia di Roma; svolge anche attività di critico musicale. Musicista eclettico, nella musica sinfonica e da camera in una serie di composizioni dette “tritematiche” ha realizzato un rinnovamento della forma sonata, concepita in una struttura unitaria. Mentre la tecnica seriale dei suoi primi lavori conservava legami con impianto di tipo stravinskiano, oggi prevale invece un linguaggio contrappuntistico lineare strutturato in modo liberamente atonale. Una “poetica dell’irrealtà” in senso onirico è la costante più significativa della sua espressività musicale. E’ stato ed è tuttora un acuto osservatore degli sviluppi della musica contemporanea, senza schierarsi e tenendosi lontano dagli eccessi dello sperimentalismo fine a se stesso. Tra le composizioni: 1948 Toccata per archi 1949 Lamento dei morti e dei vivi per soli, orchestra e coro Musica di strada, per orchestra 1950 Ricercare per orch. 1951 12 Sonate tritematiche (1951-1961) 1955 Ferrovia sopraelevata, da Buzzati, opera 1961 Sequenze dell’Artide per orch. 1962 12 Improvvisazioni (1962-1965) 1964 Missa Papae Pauli 1967 Ode a Ferrara per coro, v. rec. e or h. 1971 Contrappunti a quattro dimensioni per orch. 1974 Triplum per vl. e pf. Solisti Liriche della resistenza vietnamita Sogno (ma forse no), opera 1976 Cantata di San Francesco per Bar., coro e orch. Sonata per chitarra 1980 Serata a Mauthausen per mand. e pf. Psicogrammi per arpa 1981 Anna Frank, da A.Frank, balletto De profundis di Cefalonia per 3 cori, 3 org. e 16 timp. 1982 La cantatrice calva, da Ionesco 1987 Recitativo e Allegro per violino e pianoforte – Brano d’obbligo del VI Concorso Internazionale di Violino “Premio Rodolfo Lipizer” di Gorizia (Casa Musicale Zanibon – Padova) Biblioteca Musicale “Rodolfo Lipizer” – Gorizia – Italia Scheda a cura di Gianni Drascek
Gennaio 12th, 2007