Soirée musicale con l’Enchanted Duo

 Soirée musicale con l’Enchanted Duo

La flautista Claudia Mauro e l’arpista Laura Pandolfo, entrambe vincitrici di premi e numerosi riconoscimenti, sono state le protagoniste del terzo Concerto della Sera “Lipizer”: una ventata di “grazia” sia per la loro fisicità sia per le sonorità che hanno saputo offrire al pubblico. Sono salite sul palco della Sala Minore del Teatro Bratuž con un programma di brani scritti espressamente per Enchanted Duoflauto e arpa e di trascrizioni da altri strumenti di autori dal ‘700 al ‘900 in un’interessante progressione stilistica e sonora. Rispettivamente nella prima e nella seconda parte del concerto è stato inserito un noto brano tradizionale: Greensleeves, canto d’amore di un gentiluomo inglese della fine del secolo XVI per lady Greensleeves, e Brian Buru’s March, canto funebre per Brian Boru che tra il 1002 e il 1014 unificò i regni d’Irlanda sotto la sua autorità. Le due concertiste hanno proposto al pubblico un percorso musicale, in perfetta consonanza e tecnicamente eccellente, che ha compreso le trascrizioni per flauto e arpa della Sonata in Do magg. di G. Donizetti, della Serenade di F.J. Haydn, della Gavotte di F.J. Gossec, di Meditation de Thais di J. Massenet, dal Carnevale degli animali di C. Saint-Saëns il Cigno, notissimo per il balletto omonimo, e di altri pezzi composti per duo.

Poi brani del XX secolo di E. Bozza, N. Rota a M. Amorosi, E. Soule, P. Hindemith, A. Scott, J. Ibert, per giungere alla contenuta sperimentazione di “The song of the lark” di Charles Rochester Young: “La canzone dell’allodola” esige, nella seconda parte del trittico, l’inserimento di una striscia di carta alla base dell’arpa, tra le corde e la cassa di risonanza, offrendo così un effetto sonoro particolare, che ha messo in attenzione il pubblico, a suggerire la picchiata verso terra dell’allodola, detta per questo anche terragnola e che per Shakespeare era ”messaggera dell’alba”. Claudia Moro, attualmente docente di flauto presso il Liceo Musicale “C. Percoto” di Udine, si è perfezionata con maestri di grande fama; ha collaborato con importanti orchestre tra cui l’Internationale Donauphilharmonie e la Lirico Sinfonica Petruzzelli di Bari. L’arpista Laura Pandolfo, laureata in Scienze della Formazione, ha conseguito al Trinity Laban Conservatoire of Music and Dance di Londra il Postgraduate Artist Advanced Diploma; ha collaborato anche con la Muenstersymphonieorchester e con i solisti del Teatro La Fenice di Venezia e della London Philarmonic Orchestra. Un duo di elevata caratura musicale che ha offerto a un pubblico percepibilmente attento una serata musicale ricca anche di riferimenti culturali, afferenti a un ascolto di per sé rasserenante. Gianni Drascek