La Carnia brinda con la Balkan Festival Orchestra
La Carnia brinda con la Balkan Festival Orchestra del M° Robert Gutter, solisti Stefan Tarara e Silvia Martinelli.

Il soprano Silvia Martinelli e il m° Robert Gutter Al Teatro “L. Candoni” di Tolmezzo - il 29 Dicembre - il tradizionale Concerto di “Fine Anno” ha ottenuto un bel successo per la bravura degli artisti e la bellezza delle musiche proposte. L’appuntamento musicale, organizzato dall’Associazione “R. Lipizer” di Gorizia per il 21° anno consecutivo è stato reso possibile grazie alla partnership FCRUP – Fondazione Cassa di Risparmio di Udine e Pordenone, al contributo della Regione Friuli V.G., del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, nonché al patrocinio del Comune di Tolmezzo, che ha concesso gentilmente il teatro.
Sotto l’attenta bacchetta del direttore, il maestro americano Robert Gutter, la Balkan Festival Orchestra è stata la precisa e preziosa “base” per i solisti.
A dare il via alla serata - dopo la Rapsodia ungherese n. 2 di Liszt e “Margherita all’arcolaio” per soprano e orchestra di Schubert-Liszt, dove la cantante Silvia Martinelli ha fatto “sfoggio” delle sue brillanti doti canori, il bravissimo violinista tedesco Stefan Tarara ha esibito il suo sicuro talento, ricco di espressività e trascendentale tecnica, sia nella brillante Fantasia op. 20 di H. Wieniawski sui temi del Faust di Gounod sia nel virtuosistico bis, ottenendo un vivo successo.
Nella seconda parte, il soprano Silvia Martinelli, in “Vorrei spiegarvi il giubilo” dall’opera “La cambiale di matrimonio” di G. Rossini, “Tutti lo sanno, tutti lo dicono” di G. Donizetti e “Voci di primavera” di J. Strauss jr. - particolarmente impegnativo - si è fatta apprezzare appieno per la sua bella voce, tecnicamente curata.
Tra i tre momenti canori vari Valzer e Polke di Strauss.
Tantissimi gli applausi che hanno accomunato al Direttore e all’Orchestra i bravi solisti.
Presenti l’Assessore alla Cultura dott. Aurelia Bubisutti e il Consigliere Gabriele Iannone del Comune di Tolmezzo che hanno augurato al pubblico presente un felice 2012. (E. L.)