banner Address
Home
CinquePerMille | Stampa |
5X1000
 
Raffinate musiche e danze barocche con la SMAV. | Stampa |
 Smav c “Agrippina, Alcina e le altre… Le eroine dell’opera barocca di Georg Friedrich Händel” è stato lo spettacolo di musica, canto e danza proposto Venerdì 13 Aprile 2018 sul palco del Teatro “L. Bratuž”, dalla Stagione “Elena Lipizer” 2017-2018: artefice, la “Scuola di Musica Antica di Venezia” (SMAV) - l'unica associazione veneziana che promuove e diffonde il repertorio della musica antica -  formata da Marco Rosa Salva-flauti dolci, Stefano Bruni-violino barocco, Serena Mancuso-violoncello barocco, Nicola Lamon-clavicembalo (sul palco una fedele copia di quello storico costruito da Christan Vater nel 1738), Arianna Remoli-soprano (anche chiaro “prologo” dello spettacolo), Lisa Dunk-mezzosoprano, Ilaria Sainato ed Elena Ajani - danza barocca,  tutti specialisti nella prassi musicale e coreutica barocca. La SMAV organizza corsi di perfezionamento nella prassi esecutiva del canto e degli strumenti antichi, festival di musica antica, concerti e registrazioni, collabora con istituzioni italiane ed estere nella realizzazione di conferenze, convegni, corsi di aggiornamento e masterclass. Ha aperto lo spettacolo il tripartito “Ballo Primo” per due danzatrici di G. Grossatesta (1700-1775 ca.), autore del quale la SMAV ha pubblicato “I balli di G. Grossatesta”, saggio su un manoscritto di danza barocca veneziana recentemente scoperto. Musicalmente posto privilegiato ha avuto G.F. Händel (1685-1759, autore di ben 42 opere), di cui è stato eseguito “Il fuggir, cara mia vita“ dall’opera “Arminio” e di seguito brani da “Agrippina”, “Alessandro”, “Belshazzar” e “Alcina”: esecuzioni strumentali e vocali di elevata caratura per il filologico salto a ritroso che la resa interpretativa ha saputo offrire al presente pubblico di “eletti”.
Leggi tutto...
 
MUSICHE E DANZE BAROCCHE CON LA SCUOLA DI MUSICA ANTICA DI VENEZIA | Stampa |
MUSICHE E DANZE BAROCCHE CON LA SCUOLA DI MUSICA ANTICA DI VENEZIA
13 aprile 2018

Venerdì 13 Aprile 2018 - ore 20.45 - al Tearo “L. Bratuž”, nell’ambito della Stagione “Elena Lipizer” 2017-2018, organizzata con il contributo del Comune, della Regione FVG, del Ministero per i Beni A.C.T. e della Fondazione CRGO,  sarà presentato lo spettacolo “Agrippina, Alcina e le altre… Le eroine dell’opera barocca di Georg Friedrich Händel”.

Ne è protagonista la “Scuola di Musica Antica di Venezia” (SMAV), l'unica associazione a Venezia che promuove e diffonde il repertorio della musica antica. La sua attività principale è l’organizzazione di corsi di perfezionamento nella prassi esecutiva del canto e degli strumenti antichi.

L’attuale direttore dei corsi è M.R. Salva. Oltre all'attività didattica, SMAV organizza festival di musica antica, concerti e registrazioni. È formata da Marco Rosa Salva - flauti dolci, Stefano Bruni - violino barocco, Serena Mancuso - violoncello barocco, Nicola Lamon - clavicembalo, Arianna Remoli - soprano, Lisa Dunk - mezzosoprano, Ilaria Sainato ed Elena Ajani  - danza barocca.

Le coreografie sono ricostruzioni filologiche da raccolte di danze d’epoca, gli interpreti sono tutti specialisti nella prassi musicale e coreutica barocca e suonano su strumenti originali o copie storiche. SMAV  ha registrato il CD “La musica del Tiepolo” e  pubblicato la guida musicale di Venezia “I luoghi della musica”, a cura di A. Bova, e “I balli di G. Grossatesta”, saggio su un manoscritto di danza barocca veneziana recentemente scoperto.

Collabora con istituzioni italiane ed estere nella realizzazione di conferenze, convegni, corsi di aggiornamento e masterclass. Al Teatro Bratuž sono in programma musiche di G. Grossatesta, G.F. Händel, A. L’abbé, L.G. Pécour.

Leggi tutto...
 
La “GIOSTRA ITALIANA” DEI FREEVOICES | Stampa |
La “GIOSTRA ITALIANA” DEI FREEVOICES

Freevoices - foto Scappin Il recital spettacolo “Giostra italiana” del coro giovanile Freevoices diretto dalla Ma Manuela Marussi ha veramente coinvolto e dilettato Venerdì 23 marzo il folto pubblico presente al Teatro L. Bratuž di Gorizia. La performance si è svolta nell’ambito della Stagione Concertistica “Elena Lipizer” 2017-2018, organizzata dall’Associazione Culturale “M° R. Lipizer” ONLUS. Il recital, che ha ricevuto il Premio Maria Carta 2017 (riconoscimento assegnato ad artisti come Ennio Morricone, Carla Fracci, Vinicio Capossela, Fiorella Mannoia), aveva debuttato con grande successo di pubblico e di critica nell’edizione del Festival èStoria-2017 e tale successo si è ripetuto anche la scorsa sera con pari intensità. Il coro aveva esordito tre anni prima nel Ravenna Festival in “Doppio Fronte”, oratorio sulla Grande Guerra con Moni Ovadia, esibendosi poi innumerevoli volte sul territorio regionale, nazionale nonché in Slovenia e Austria. Un plauso incondizionato alla presenza scenica e alla capacità vocale dei coristi, giovani studenti a proprio agio sul palco, alcuni dei quali anche strumentisti (chitarra classica, chitarra elettrica, flauto, batteria e voci soliste) sotto l’impeccabile conduzione sia corale sia “registica” di Manuela Marussi, accompagnati al piano dal M° Gianni Del Zotto. Nel ruolo di voce narrante, l’attore Enrico Cavallero, con concisi e pregnanti interventi introduttivi ed esplicativi, ha avuto il compito di condurre lo spettatore attraverso la “voce colta di artisti e poeti [che] si alterna al canto di un popolo che scopre sempre di più la propria identità di nazione”.

Leggi tutto...
 
Il Coro Giovanile “Freevoices” all’11° concerto della Stagione Concertistica “Elena Lipizer” | Stampa |

Il Coro Giovanile “Freevoices” all’11° concerto della  Stagione Concertistica “Elena Lipizer”

Venerdì 23 marzo – ore 20.45 al Teatro L. Bratuž di Gorizia, nell’ambito della Stagione Concertistica “Elena Lipizer” 2017-2018, organizzata dall’Associazione Culturale “Lipizer” con il contributo del Comune, della Regione FVG, del MiBACT e della Fondazione Carigo, sarà presentato il recital spettacolo “Giostra italiana” affidato all’interpretazione del gruppo giovanile Freevoices con la partecipazione, nel ruolo di voce narrante, dell’attore Enrico CaFreevoicesvallero. Il recital ha debuttato con grande successo di pubblico e di critica alla scorsa edizione del Festival èStoria e propone una serie di quadri del repertorio di canti e musiche italiane dal melodramma al dopoguerra, dai cori d’opera alla canzone popolare, dallo swing di Gorni Kramer al Quartetto Cetra fino a quel “Nel blu dipinto di blu” di Migliacci e Modugno che segna l’inizio della canzone italiana moderna. Lo spettacolo ripercorre, attraverso un filo narrativo e musicale unitario, una storia fatta di slanci e di sofferenze, di entusiasmi e di sconfitte, di lotte e di vittorie, dove la voce colta di artisti e poeti si alterna al canto popolare. Il gruppo Freevoices dell’Ass.ne Incanto di Capriva del Friuli è diretto dalla Ma Manuela Marussi e vanta, oltre a tre premi nazionali in altrettanti concorsi per cori giovanili, importanti collaborazioni con artisti come Moni Ovadia, Lucilla Galeazzi e Vinicio Capossela. Ha ottenuto il Premio Maria Carta 2017, riconoscimento assegnato ad artisti quali Ennio Morricone, Carla Fracci, Vinicio Capossela, Fiorella Mannoia. 

Ingressi Euro 10.00 (intero), 8,00 (soci e aziendali), 9.00 (ridotto). Prevendita Gorizia Libreria Antonini Corso Italia 51 (tel. 0481 30212) - Trieste-Ticket-Point Corso Italia 6/C (tel. 040 3498276/277 – Udine e Pordenone : tel.0481 547863 – cell. 3479236285 – lipizer@lipizer.it - www.lipizer.it.

 

 
“Le stagioni del mondo” da Vivaldi a Piazzolla | Stampa |
“Le stagioni del mondo” da Vivaldi a Piazzolla
Chagall String Quartet Igor Zobin Venerdì 9 marzo 2018 ha avuto luogo nell’ambito della Stagione concertistica “Elena Lipizer” il “Concerto della Sera” dal titolo “Le stagioni del mondo”: protagonista lo “Chagall String Quartet”, formato da Paolo Skabar - violino I, Matteo Ghione – violino II, Jacopo Toso – viola, Ilsu Güresçi - violoncello e la partecipazione di Igor Zobin – fisarmonica ed elaborazione. In programma “Le quattro stagioni” di Antonio Vivaldi (1678-1741), che fanno parte de “Il cimento dell’armonia e dell’inventione”, raccolta di dodici concerti per violino, archi e basso continuo pubblicata ad Amsterdam nel 1725: ognuna delle stagioni è introdotta da un sonetto scritto da Vivaldi che dà adito sulla partitura ai momenti musicali: Primavera - “Giunt’ è la Primavera e festosetti”; Estate -  “Sotto dura Staggion dal Sole accesa”; Autunno - “Celebra il Vilanel con balli e Canti”; Inverno - “Aggiacciato tremar trà neri algenti”. Innumerevoli le versioni, gli arrangiamenti e adattamenti delle “Stagioni”. In questo caso il basso continuo – còmpito per prassi di uno strumento ad arco  e uno strumento polifonico (quasi sempre clavicembalo) - è stato affidato al violoncello e alla fisarmonica “classica” di Zobin, perfettamente nel ruolo e nell’amalgama sonoro, cui hanno cooperato e concorso con armonica ed euritmica efficacia gli archi, con intensità anche nei Largo e negli Adagio della partitura.
Leggi tutto...
 
Vivaldi e Piazzolla, “Le stagioni del mondo” | Stampa |
Vivaldi e Piazzolla, “Le stagioni del mondo”

L’Associazione culturale “Lipizer” ONLUS, nella Stagione concertistica “Elena Lipizer” 2017-2018, organizzata con il contributo del Comune, della Regione FVG, del MinisteChagall String Quartet & Igor Zobinro per i Beni A.C.T. e della Fondazione CRGO, al Teatro “Bratuž” di Gorizia, Venerdì 9 marzo 2018, alle ore 20.45, terrà il concerto dal titolo “Le stagioni del mondo” con protagonista lo “Chagall String Quartet” formato da Paolo Skabar - violino I, Matteo Ghione – violino II, Jacopo Toso – viola, Ilsu Güresçi - violoncello e la partecipazione di Igor Zobin - fisarmonica ed elaborazione. In programma “Le quattro stagioni” di A. Vivaldi e “Les cuatro estaciones porteñas” di A. Piazzolla. Lo Chagall String Quartet è composto da giovani musicisti provenienti da varie esperienze cameristiche, che hanno fondato l’ensemble con l’intento di approfondire il tradizionale repertorio quartettistico, affrontare composizioni di rara esecuzione e opere prime. La formazione ha ottenuto importanti riconoscimenti e apprezzamenti da critica e pubblico per la grande passionalità e la perfetta amalgama nelle esecuzioni tra i vari strumenti. Si è esibito per importanti festival, stagioni concertistiche ed istituzioni culturali in Italia ed all’estero. “Special guest” della serata il fisarmonicista Igor Zobin, vincitore e assoluto protagonista di numerosi concorsi nazionali ed internazionali, che  con lo Chagall String Quartet ha approfondito le principali composizioni di A. Piazzolla.

Per informazioni e prevendita ci si può rivolgere alle seguenti Agenzie:

GORIZIA - Libreria Antonini - Corso Italia 51, tel. 0481-30212, E-mail: antonini5@antoninicartolibreria.191.it;

TRIESTE - Ticketpoint - Corso Italia 6/C, tel. 040-3498276/277, E-mail: ticketpointts@tiscali.it ;

da Udine e Pordenone telefonare allo 0481-547863, E-mail: lipizer@lipizer.it.

Da sottolineare varie agevolazioni, tra cui il biglietto omaggio per ragazzi fino a 14 anni, se accompagnati da un adulto pagante. Studenti fino 26 anni, Cartamusica per 5 concerti a scelta. Ridotti fino 26 anni e over 65. Disabili ingresso gratuito.



 
IL DUO CANINO-BALLISTA: SESSANT'ANNI DI AMICIZIA | Stampa |

IL DUO CANINO-BALLISTA: SESSANT'ANNI DI AMICIZIA

Canino Ballista Scrive Piero Rattalino nell’ampia e incisiva Presentazione del Concerto della Sera di Venerdì 23 febbraio organizzato dalla “Lipizer”: “Il duo formato da Bruno Canino e da Antonio Ballista fu tra i primi a proporre trascrizioni, sia a quattro mani che per due pianoforti. … Sorpresa - con un po' di scandalo - ci fu quando i due eseguirono la Sinfonia n. 9 di Beethoven trascritta per due pianoforti da Liszt e la “Sagra della primavera” trascritta a quattro mani da Stravinsky. Assoluzione delle trascrizioni venne dall'avanguardia. … Tutto d'un botto il Canino-Ballista che stava più avanti degli altri si trovò sommerso dalla marea montante. E anche la discografia fece la sua parte: quattro mani e due pianoforti erano stati legittimati a riprendere qualsiasi trascrizione. … A sessant'anni dalla sua costituzione, possiamo parlare del duo Canino-Ballista come di un complesso di rilevanza storica. Il numero delle prime esecuzioni assolute e delle prime esecuzioni italiane che ebbero come protagonista il duo Canino-Ballista è molto elevato. Berio, Donatoni, Stockhausen, Boulez, Ligeti, Castaldi, Bussotti… Si può dire che non c'è pagina importante della seconda metà del Novecento che non li abbia visti all'opera. … Il duo ha percorso con rispetto e amore il repertorio a quattro mani e per due pianoforti da Bach a Bartók, riuscendo a non ghettizzare né l'avanguardia né la storia. E questo è un raro merito: non mettere il presente in guerra col passato, o viceversa, significa concepire la musica come un “continuum” storico in cui i valori umanistici prevalgono su tutto.
Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 25 - 36 di 297
Login Form





Password dimenticata?
Visitatori
Visitatori
Associazione Culturale "Maestro Rodolfo Lipizer" ONLUS (Cod. Fisc. 80006340311)
E-mail: lipizer@lipizer.it