banner Address
Home
Invito alla conferenza stampa | Print |
Invito alla conferenza stampa
conf_stampa
 
Splendido concerto di Roberto Cappello per Elena Lipizer | Print |
Splendido concerto di Roberto Cappello per Elena Lipizer

Roberto Cappello I superlativi rischiano talvolta di risultare enfatizzanti o autocelebrativi o inadeguati “per troppo di vigore” al soggetto o all’oggeto cui si riferiscono: il recital beethoveniano del pianista Roberto Cappello di venerdì 31 luglio può definirsi invece, a pieno titolo e realisticamente, “bellissimo”. Dedicato a Elena Lipizer, l’ultimo concerto della Stagione concertistica 2019-2020 a lei dedicata, prolungatasi fino al 31 luglio causa il confinamento anche “musicale” dei mesi scorsi, ha offerto al pubblico l’eccezionale occasione d’ascolto di tre Sonate di L. van Beethoven, nel 250° anniversario della nascita, la Sonata n. 14 "Quasi una Fantasia" op. 27 n. 2 “Chiaro di luna” (1801), la Sonata n. 23 in Fa min. op. 57 “Appassionata” (1806) e la Sonata in Do min. op. 111 (1821)… già il programma scelto dal pianista è di per sé poderoso e musicalmente ammirabile. Le tre Sonate sono state introdotte dalla sintesi storico-musicale dal Procuratore della Repubblica di Udine dr. Antonio De Nicolo, alunno e diplomato di pianoforte di Elena Lipizer e membro fondatore dell’Associazione “Lipizer”, con puntuale chiarezza conoscitiva. Ricordando la Professoressa, si è posto poi la domanda su quali fossero i suoi rapporti con la città, con la musica, con il pianoforte:

Read more...
 
Roberto Cappello nel "Concerto per Elena Lipizer" | Print |
Roberto Cappello nel "Concerto per Elena Lipizer"

Roberto Cappello Venerdì 31 Luglio - ore 20.45 - al Teatro Bratuz di V.le XX Settembre n. 85  avrà luogo, preceduto dalla Prolusione dell'Avv. Prof. Antonio DE NICOLO, il “Concerto per Elena Lipizer” - Recital di Roberto CAPPELLO, pianista che ha al suo attivo oltre 2000 concerti in tutto il mondo, e il 10° con l'Associazione "Lipizer", come solista, con orchestre sinfoniche e in formazioni da camera. Il suo primo concerto? A soli sei anni nella prestigiosa Konzerthaus di Vienna, suscitando grande entusiasmo di pubblico e di critica. Diplomato all’Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma, Primo Premio all’impervio Concorso Pianistico Internazionale “F. Busoni”, tournées, docente di masterclass e corsi di perfezionamento, presidente di giurie di concorsi pianistici  in tutto il mondo. È docente di pianoforte principale al Conservatorio di Musica “A. Boito” di Parma e Accademico di Santa Cecilia in Roma. Eseguirà nel 250° anniversario della nascita musiche di Ludwig van BEETHOVEN (1770-1827). Un concerto imperdibile, reso possibile grazie anche al contributo del Comune di Gorizia, della Fondazione CARIGO e del MiBACT.

Per informazioni e prevendita ci si può rivolgere alle seguenti alla  Libreria Antonini di Gorizia, Corso Italia 51, tel. 0481-30212, E-mail: antonini5@antoninicartolibreria.191.it

 
Le atmosfere del Settecento strumentale italiano | Print |
Le atmosfere del Settecento strumentale italiano

promusica Protagonisti del penultimo Concerto della Sera della Stagione “Elena Lipizer” 2019-2020, il Pro Musica String Quartet composto da Piero Zanon - violino I, Aura D’Orlando - violino II, Marta Shore - viola, Francesca Agostini - violoncello e Manuel Tomadin - clavicembalo e Giulio Chiandetti - liuto, mandolino e chitarra in “Il fascino del Settecento Strumentale Italiano”. Nella serata di Venerdì 24 luglio sul palco del Teatro Bratuž l’ensemble ha presentato musiche di Antonio Vivaldi (1678-1741), Carlo Cecere (1706-1761) e Luigi Boccherini (1743-1805). Tre compositori musicalmente prolifici nati il primo a Venezia nella Repubblica dogale, il secondo a Grottole di Matera nel Regno di Sicilia, il terzo nella Repubblica di Lucca: una rappresentanza musicale dell’Italia degli Stati regionali del ‘700, compositori di riconosciuta fortuna in passato che perdura nel presente. Cecere, nome di spicco della Scuola napoletana, non si mosse dall’Italia, patria della musica barocca con Claudio Monteverdi; emigrarono Vivaldi a Vienna e Boccherini a Madrid. Autori di brani che vanno stilisticamente “dal barocco al primo classicismo”, 



Read more...
 
IL FASCINO DEL SETTECENTO STRUMENTALE ITALIANO | Print |
IL FASCINO DEL SETTECENTO STRUMENTALE ITALIANO

24 luglio “Il fascino del Settecento Strumentale Italiano”, questo il titolo del Concerto di Venerdì 24 Luglio della Sera della Stagione “Elena Lipizer” 2019-2020, che avrà luogo alle ore 20.45 al Teatro “L. Bratuž” di Gorizia, Viale XX Settembre n. 85. Protagonisti il  Pro Musica  String Quartet (composto da Piero Zanon - violino I, Aura D’Orlando - violino II, Marta Shore – viola, Francesca Agostini – violoncello) e Manuel Tomadin – clavicembalo e Giulio Chiandetti - liuto, mandolino, chitarra. In programma i concerti il Do magg. per mandolino e archi e in Re magg. per liuto e archi di A. Vivaldi, il Concerto in La magg. per mandolino e archi di C. Cecere e il Quintetto VII in Mi min. G. 451 e  il Quintetto IV in Re magg. G. 448 entrambi  entrambi per quartetto d’archi e chitarra di L. Boccherini. Vivaldi e Boccherini… autori di composizioni di sicuro, intelligente e gradito ascolto. Esecutori…  con ampia esperienza esecutiva e interpretativa, derivante da curricula e carriere musicali di prestigio in Italia e all’estero. Un concerto da non perdere, reso possibile grazie anche al contributo del Comune di Gorizia, della Fondazione CARIGO e del MiBACT. 
Per informazioni e prevendita ci si può rivolgere alle seguenti alla  Libreria Antonini di Gorizia, Corso Italia 51, tel. 0481-30212, E-mail: antonini5@antoninicartolibreria.191.it
GD
 
La magia dell'opera alla Lipizer | Print |
La magia dell'opera alla Lipizer

 La magia della voce “La magia della voce”,  terzultimo concerto della Stagione Concertistica “Elena Lipizer” 2019-’20, ha visto Venerdì 17 luglio sul palco del Teatro “L. Bratuž” il soprano Giulia Della Peruta, il baritono Christian Federici e il pianista Ferdinando Mussutto. Il trio ha presentato, introdotti dallo spigliato soprano, brani da opere celeberrime. In “La molinara” (1788) dramma giocoso di G. Paisiello, Rachelina - “dispettosa in amore” - canta “Nel cor più non mi sento”: subito si sono fatte sentire le indubbie e affinate doti canore di Della Peruta. Collegandosi all’aria appena ascoltata, Mussutto ha eseguito in assolo le Variazioni in sol magg. per  pianoforte di L. van Beethoven: F.G. Wegeler, amico d’infanzia e autore con F. Ries di una biografia su Beethoven, racconta che questi  assisteva in teatro alla rappresentazione dell’opera di Paisiello in compagnia di una dama, la quale si lamentava di aver perduto delle Variazioni sull’aria, al che egli scrisse nella notte sei Variazioni e gliele inviò il giorno dopo: proprio le Variazioni interpretate con nitidi tocco e sonorità da Mussutto. Valga lo stesso apprezzamento per la “Parafrasi da Rigoletto” per pianoforte di F. Liszt, pezzo molto più complesso e virtuosistico che ha fatto gradire, ancora una volta, la musica di G. Verdi. A seguire  “La serva padrona” (1733) Intermezzo buffo all’interno dell'opera seria “Il prigionier superbo” di G.B. Pergolesi. Serpina-Della Peruta e Uberto, il baritono Federici con voce energica e dizione chiara, hanno dialogato rappresentando in modo moderno e senza superflue enfasi ”operistiche” mondi lontani ma non per questo psicologicamente meno attuali.
Read more...
 
“LA MAGIA DELLA VOCE” VENERDì 17 LUGLIO AL TEATRO “BRATUZ” DI GORIZIA | Print |

“LA MAGIA DELLA VOCE” VENERDì 17 LUGLIO AL TEATRO “BRATUZ” DI GORIZIA

Magia della voce Venerdì 17 luglio 2020, alle ore 20.45, al Teatro “L. Bratuž di Gorizia. V.le XX Settembre 85, l’Associazione culturale “Lipizer” onlus presenta “La magia della voce”  con  Giulia Della Peruta – soprano, Christian Federici – baritono, Ferdinando Mussutto – pianoforte, i quali eseguiranno in trio musiche di G. Paisiello, G.B. Pergolesi, W.A. Mozart, G. Donizetti, il pianista Massutto in assolo musiche di Beethoven e Liszt. Il soprano Della Peruta ha frequentato in Germania la Opernschule della Musikhochschule di Mannheim e si è esibita nei maggiori teatri, tra cui La Fenice di Venezia, il Verdi di Trieste, il Massimo di Palermo, il Dal Verme di Milano, Il Petruzzelli di Bari e il Regio di Torino, ha collaborato inoltre con prestigiosi musicisti e la “Strauss Festival OrchesterWien”. Il baritono Federici, anche organista della Basilica Patriarcale di Aquileia, è vincitore di concorsi lirici, recentemente si è esibito all'Opéra de Marseille e ha interpretato il Testo nel “Tancredi appresso il combattimento”. madrigale drammatico di Claudio Ambrosini. Il pianista Mussutto  si è perfezionanato con P. Rattalino, D. Rivera e con il Trio di Parma. Premiato in vari concorsi nazionali e internazionali solistici e cameristici, è uno dei fondatori dell’Ensemble “Piano Twelve e ha collaborato con numerose realtà musicali riscuotendo consensi di pubblico e critica. Il pubblico è invitato a un concerto di elevato e allo stesso tempo piacevole ascolto reso possibile grazie anche al contributo del Comune di Gorizia, della Fondazione CARIGO e del MiBACT.

Il concerto si svolge con il patrocinio e il contributo del Comune di Gorizia e del MiBAC e con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia.

Per informazioni e prevendita ci si può rivolgere alle seguenti alla Libreria Antonini di Gorizia, Corso Italia 51, tel. 0481-30212, E-mail: antonini5@antoninicartolibreria.191.it

GD


 
IL “GRAN SOLO” DI MARCO FORNACIARI | Print |

IL “GRAN SOLO” DI MARCO FORNACIARI

Marco Fornaciari Nel concerto dal titolo “Gran Solo” di Venerdì 10 luglio al Teatro “L. Bratuž di Gorizia il pubblico presente ha potuto ascoltare l’impegnativo ed eccellente recital del violinista Marco Fornaciari. Giunge particolarmente significativa e gradita la sua performance, quasi a coronamento del lavoro di grande impegno che lo ha visto co-curatore con Lorenzo Qualli della “Revisione delle Sonate e Partite di J.S. Bach di Rodolfo Lipizer”, recentemente edita dalle Edizioni Ricordi grazie al contributo del MiBACT. Va ricordato pure che nel 2000, in occasione del 250° della morte di Bach, si era tenuto a Gorizia un Convegno di grande interesse incentrato in gran parte proprio sulle Sonate e Partite e sulla Revisione di Lipizer, organizzato dall’Associazione Lipizer nell’ambito del 21° Concorso, cui avevano partecipato relatori e violinisti giunti da varie parti del mondo. A ciò va aggiunta la pubblicazione del violinista Fabrizio Casu, in questa occasione ritrovato compagno di scuola di Fornaciari, de “Dall’umano verso il divino”, libro che analizza da un punto di vista musicale e filosofico la Sonate e Partite, pubblicato nel 2015 dalla “Lipizer”. Un tanto per ulteriormente sottolineare la significatività di quanto e di chi si è esibito nella serata di venerdì sera. Protagonista con una carriera prestigiosa, fra i pochissimi cui è stato consentito più volte di suonare lo Stradivari del Comune di Cremona e il Guarneri di Paganini del Comune di Genova,

Read more...
 
<< Start < Prev 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Next > End >>

Results 13 - 24 of 375
Login Form





Lost Password?
Visitatori
Visitors
Associazione Culturale "Maestro Rodolfo Lipizer" ONLUS (Cod. Fisc. 80006340311)
E-mail: lipizer@lipizer.it